Il perché di questo blog

"Scrivo per non perdere il vizio di dire le cose.Scrivo nel tentativo di lasciare una traccia.Scrivo per paura che i pensieri mi passino di mente.Passeggio con la penna su questo foglio bianco e lo lordo di idee.Ci gioco, lo uso, mi faccio sedurre, usare, tentare.Con la penna dico tutto, non mento, non ho pudore.Dove la … Continua a leggere Il perché di questo blog

Ascoltare il silenzio

È da qualche tempo che rifletto sul valore del silenzio. Non il silenzio vuoto che crea isolamento e sterile chiusura, bensì quel silenzio abitato, profondo, che crea solitudine. Una solitudine capace di portare nel profondo di se stessi. Il silenzio bisogna abitarlo, comprenderlo, allora diviene solitudine capacità, cioè, di stare da soli con sé stessi, … Continua a leggere Ascoltare il silenzio

La speranza del possibile

Molti ripetono continuamente che bisogna essere ottimisti per riuscire a realizzare i propri sogni. Questo perché, nella misura in cui desideriamo qualcosa bisogna mettere tutta la forza di volontà per raggiungere quell’obiettivo, quello scopo, quel sogno che ci protende verso il domani. Il quotidiano in cui siamo immersi, però, scredita una tale convinzione. Facciamo ogni … Continua a leggere La speranza del possibile

Lettera di Madre Mazzarello ai giovani di oggi

Ho provato ad immaginare cosa Maria Domenica Mazzarello[1] avrebbe scritto ai ragazzi di oggi. Ne è nato uno scritto semplice che tenta di ricalcare il suo stesso stile. Miei cari figli e mie care figlie, è una grande consolazione per il mio cuore sapere che tanti giovani si sentono a casa loro nelle nostre comunità, così … Continua a leggere Lettera di Madre Mazzarello ai giovani di oggi

MARIA DI MAGDALA: LA QUINTA EVANGELISTA.

Ma cosa ti è venuto in mente di fare Gesù? Affidare il primo annuncio della tua resurrezione ad una donna! Andiamo! Lo sanno tutti che ai tuoi tempi una donna non poteva testimoniare in tribunale né, tanto meno, aveva diritto di parola nelle assemblee pubbliche. Conoscendoti però, sappiamo che le convenzioni sociali per te non … Continua a leggere MARIA DI MAGDALA: LA QUINTA EVANGELISTA.

L’Arte di tessere relazioni per una vita ‘bella’

Condivido un mio contributo pubblicato nel volume "In ascolto della Bellezza" (a cura di) CIOFS SCUOLA FMA, Franco Angeli ed., Milano 2022 “La forza autentica, primaria, non è quella materiale, ma consiste nel fatto che pure se si soccombe miseramente, fino all’ultimo si sente che la vita è bella e ricca di significato” (Etty Hillesum)[1] … Continua a leggere L’Arte di tessere relazioni per una vita ‘bella’

“Pillola” sulla filialità

"Sia colui che santifica sia quelli che sono santificati provengono tutti da uno; per questo egli non si vergogna di chiamarli fratelli." (Eb 2, 11) Questo versetto è la conclusione della seconda lettura di oggi. Mi ha colpito particolarmete perchè contiene, al suo interno, la salda radice della nostra filialità. Non una una filialità appiccicata … Continua a leggere “Pillola” sulla filialità

EduchiamoCI ad una Cittadinanza Responsabile

Premessa: chiarimenti terminologici Riconosco che ho un po’ di difficoltà ad accettare la dicitura di “Cittadinanza attiva”. Vorrei brevemente soffermarmi sulle parole che, a mio avviso, traghettano anche le idee e le convinzioni che ci portiamo dentro. Comincio dall’attributo che accompagna il sostantivo. A mio avviso, pone l’accento sulle “cose da fare”. L’aggettivo attiva, a … Continua a leggere EduchiamoCI ad una Cittadinanza Responsabile

La bambina con il vestito logoro: l’icona del divenire cura. Maria Domenica Mazzarello e il carisma salesiano vissuto al femminile.

L’icona «In un’altra passeggiata di maggio, al Santuario della Rocchetta, a Lerma, diede un bell’esempio di carità verso una bambina di cinque o sei anni. Avendola vista tutta in cenci, mal coperta e sofferente, subito le fece parte della sua provvigione, e, non sapendo come meglio coprirla, domandò alle suore: "Quella tra voi che ha … Continua a leggere La bambina con il vestito logoro: l’icona del divenire cura. Maria Domenica Mazzarello e il carisma salesiano vissuto al femminile.

Caterina da Siena. Grande Santa perchè grande Donna.

So che potrò rischiare di sembrare poco aderente alla tradizione della chiesa (l’iniziale minuscola è intenzionale), ma voglio esprimere in cosa potrebbe consistere la grandezza di Santa Caterina da Siena secondo il mio modesto pensiero. La sua grandezza, a mio parere, non risiede nella capacità che ha avuto di far tornare a Roma papa Urbano … Continua a leggere Caterina da Siena. Grande Santa perchè grande Donna.